La Falena, la lampadina e la luce dei potenti

Le Falene sono quelle farfalline che spesso vediamo girare di notte, impazzite, intorno a fonti luminose come lampadine e lampioni. Il loro girare vorticosamente sempre più vicine alla luce, però, le porta alla morte per il calore insopportabile cui si sottopongono. Ma perché sono così soggiogate ed attratte da questa luce così abbagliante?

Quando non esistevano queste fonti luminose artificiali, le falene notturne si facevano guidare dalla luce della luna o delle stelle, assolvendo, come tutti gli insetti, al compito d’impollinazione dei fiori. Da quando però esiste la luce artificiale questo compito è venuto un pò meno, perché girando intorno ai lampioni oppure entrando nelle nostre case, attratte dalla luce delle lampadine, il passaggio sui campi è pressoché scomparso.

L’attrazione della luce intensa così le è diventata fatale. Il suo antico sistema di orientamento è stato compromesso dall’inquinamento luminoso che le rende fragili ed indifese. La loro fine ingiustamente inevitabile. (Si può leggere tantissimo sulle Falene nel bellissimo blog di Briciolanellatte . https://briciolanellatte.com/altri-scritti/a-domanda-rispondo/la-falena-in-casa/la-luce-e-le-falene/ )

Le persone spesso si comportano come le falene. Nel corso della loro vita qualche volta perdono il loro orientamento, non si ritrovano più. Capita, infatti, che comincino a volare verso fonti di luce per loro non abituali, forti, intense, abbaglianti. Cominciano a girarvi intorno prima incuriosite dalla forza e dall’intensità del loro bagliore, poi sempre più insistentemente sentono di esserne attratte a causa del loro calore accogliente e ammaliante fino ad avvicinarsi troppo, bruciarsi e scomparire per sempre.

Questa luce spesso è prodotta da coloro che detengono il potere e che hanno continuo bisogno di alimentarlo, pena la loro inevitabile estinzione, con nuove innocenti vittime portatrici di visioni, idee e progetti. Queste ‘falene’ tanto generative per le nostre comunità rischiano così di essere istituzionalizzate, dopo essere state attratte dal bagliore dei potenti, inglobate, spremute, manipolate per interesse personale/istituzionale ed alla fine dimenticate.

Questi poteri, inoltre, s’abbarbicano anche sulle tragedie umane, lasciando intendere che il loro aiuto sarà determinante per rimuovere situazioni di difficoltà che colpiscono famiglie ed individui. La Falena una volta gratificata dalla promessa d’aiuto si lascia prendere, porre su un piedistallo e mettere in condizione di fare proseliti, quelli che veramente serviranno alla sopravvivenza della ‘luce artificiale’.

Annunci

Informazioni su ALBERTO DI CAPUA

Formatore, Progettista e Facilitatore per lo Sviluppo Locale. Chi è il Facilitatore? E' quella figura professionale che cerca di favorire il raggiungimento di un accordo fra attori pubblici e privati su un determinato progetto. Per svolgere il suo compito, il professionista utilizza una “cassetta degli attrezzi” specifica per questa attività: "il metodo partecipativo". Attualmente sono Facilitatore incaricato da due reti di Comuni, che si affacciano sui fiumi Cesano e Metauro, per lo Sviluppo di un progetto in ambito rurale (cd Progetto Integrato Locale).
Questa voce è stata pubblicata in Eresie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...