Il kit del Giovane Politico. Qualche ‘buon consiglio’ per chi si candida

kit politico‘Sempre più spesso, in fase di campagna elettorale, ci troviamo di fronte a messaggi confusi, poco emozionanti e standardizzati’. Lo dice Mirco Tangherlini, comunicatore, nella prefazione di una sua guida sull’argomento, dal titolo: ‘Il Kit del Giovane politico. Come affrontare e vincere una campagna elettorale’.

In prossimità di qualsiasi kermesse elettorale, ma in particolare di quella che stiamo vivendo per le elezioni amministrative dei Comuni di Ancona e Falconara, verifichiamo la presenza di decine di liste con centinaia di candidati che sgomitano per farsi eleggere in Consiglio comunale. “A volte si avvalgono della consulenza di bravi comunicatori, altre volte invece sono autodidatti o si fanno aiutare da qualche amico praticone” sottolinea Tangherlini nella sua guida.

http://issuu.com/comunicazionemag/docs/kitgiovanepolitico

In effetti, ci sono alcune cose da sapere prima di entrare in campagna elettorale, soprattuto per chi si espone la prima volta e non ha una grossa dimestichezza con le strategie e gli strumenti della comunicazione elettorale. Innanzitutto una premessa. Dato che la nostra mente è limitata, odia la confusione, è insicura, non cambia e può avere problemi di “messa a fuoco”, la coerenza tra l’immagine del candidato e la percezione che l’elettorato ha dello stesso deve essere forte, altrimenti qualsiasi elemento dissonante o contradditorio potrebbe vanificare qualsiasi investimento elettorale.

Quindi, la prima domanda da porsi è quale immagine l’elettorato abbia del candidato in termini di: caratteristiche personali, competenze, valori di contenuto (religiosi, ideologici, ecc) e di metodo (comportamento, volontà di rendere conto agli elettori, lealtà ed onestà), capacità di guardare al futuro e alla strada che si vuole percorrere per realizzarlo.

In secondo luogo, vi è poi la strategia da definire che comprende sia il ‘prodotto politico’ da presentare che l’analisi dell’elettorato. Riguardo a quest’ultimo, una corretta analisi presenta diversi vantaggi quali l’identificazione di gruppi di elettori omogenei, la restrizione del raggio d’azione, la concentrazione delle forze, la possibilità di messaggi ed azioni mirate e la misurabilità dei risultati. Segmentato l’elettorato segue poi il posizionamento dell’offerta politica fatta di precisi impegni costruiti sulle attese di quell’elettorato.

In terzo luogo, gli strumenti della comunicazione elettorale. Il programma del candidato deve essere sintetico, concentrato, asciutto, coerente e funzionale e il messaggio pubblicitario deve contenere la ragione per cui l’elettore dovrebbe votarlo e credere nei benefici che si otterranno dalla futura azione politica. Naturalmente, il tono e il carattere della campagna fanno poi una certa differenza.

Infine, il piano media con una duplice modalità. Quella off-line rappresentata da manifesti, leaflet, volantini, santini, tv, radio e giornali e quella on-line costituita da sito, blog, profilo Facebook/Linkedin/Twitter e giornale on-line. In relazione a quest’ultimo media, Vivere Ancona ha proposto ai candidati di pubblicare una video-intervista, che riporti una presentazione personale, un resoconto delle proprie migliori esperienze personali, professionali, sociali e, se presenti, politiche ed infine gli obiettivi.

Risparmiando così sulla carta e sull’inchiostro (volantini o manifesti) si può arrivare ad un risultato qualitativamente migliore, più rapido, decisamente più economico e non strettamento legato alle “amicizie” personali.

Annunci

Informazioni su ALBERTO DI CAPUA

Mi occupo di Destination Management, dalla Progettazione di Reti Turistiche pubblico/private alla formazione degli operatori (Network Manager, Operatori di strutture Extraricettive, Narratori Ospitali, Operatori IAT e della Comunicazione Istituzionale). Il Catalogo formativo di DM si può trovare qui: http://albertodicapua.wixsite.com/catalogo2016 Appassionato storyteller e copywriter gran parte della mia attività si può trovare in: https://albertodicapua.com/category/qualita-nel-turismo/ http://www.viveresenigallia.it/rubriche/netatwork Le mie competenze certificate in ambito formativo, ai sensi del DGR Marche n. 1071 del 2005, sono: 1) Individuazione dei fabbisogni 2) Progettazione formativa 3) Gestione del Processo didattico. Sono iscritto all'albo dei Collaboratori di FormezPA con il Primo livello di professionalità e con le seguenti competenze accreditate: METODI E STRUMENTI DELLA CULTURA MANAGERIALE. Gestione e sviluppo delle risorse umane, Comunicazione, Customer Satisfaction e Audit Civico FORMAZIONE Formazione e sviluppo organizzativo, analisi dei fabbisogni formativi, Progettazione formativa, Metodi e strumenti per la formazione COMUNICAZIONE Nuovi Media Ho collaborato con Cidi, Agorà, Future Consulting, Cescot e Tangherlini come progettista della formazione e come docente di Total Quality Management, Network Management e Tecniche di vendita nel Retail.
Questa voce è stata pubblicata in Progetti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...