Anche le Pizze cercano ‘Nuove Strade’

Porta Braschi

Concludiamo il nostro breve giro in città per pizzerie alla ricerca di nuove forme di pizza. In effetti la pizzeria Porta Braschi di Piazza Saffi, che è stata l’ultima da noi visitata alla fine del 2016, fa una pizza rotonda, come tutte le altre. E allora qual è la novità?

La novità non c’è! In realtà l’ho scelta perchè, essendo ben cotta con forno a legna e trovandola ben digeribile e sapientemente guarnita, credo che alla fine meriti la palma di una delle pizze più buone che si possano mangiare in città. La pizza porta il nome del locale: Porta Braschi!

wp_20161228_20_15_20_pro

Civico 21

Al Civico 21, locale del centro cittadino, la pizza al piatto, oltre ad essere rotonda, qualche volta si presenta anche quadrata, ricordando vagamente quel particolare complemento d’arredo che si chiama ‘svuotatasche’.

Ma Si! quel comodo contenitore che raccoglie tutto quello che abbiamo nelle tasche quando entriamo in casa e appoggiamo gli oggetti un pò ovunque. In pratica, il cornicione è sempre lo stesso, come piace a Napoli un pò nero, ma invece di avere una forma circolare si presenta quadrato, con i lembi un pò tirati verso l’interno (non completamente sennò diventa un fagotto)

Al momento viene proposta con scamorza, zucca alla piastra, speck croccante e glassa di aceto balsamico.

pizza alla zucca.jpg

Il Peperoncino da Lele

Un altro esempio interessante di ricerca di nuove forme è quello che si chiama ‘Ciaffo’ proposto dalla pizzeria il Peperoncino di Lele sul Lungomare D. Alighieri.

Il Ciaffo, in dialetto marchigiano è qualcosa di inutile, senza valore (come il Cnel), che si trova in casa per esempio sui mobili (come le bomboniere della Comunione); insomma qualcosa priva di valore che spesso non ricordiamo neanche di avercela ancora. Comunque, il nome della pizza a forma di calzone o di panuozzo (ma non lo sono!) con le labbra siliconate accennanti ad un sorriso sensuale e promettenti ingredienti prelibati all’interno, non c’entra nulla con il significato del vero Ciaffo.

In conclusione, non è nè un calzone né una pizza farcita piegata in due. Può essere solo un Ciaffo.

ciaffo.jpg

Annunci

Informazioni su ALBERTO DI CAPUA

Formatore e Facilitatore di Sviluppo Locale. Perchè un luogo possa divenire una ricercata meta turistica è necessaria un'adeguata formazione degli operatori. La Mission, quindi, è quella di aumentare in chiave turistica la cultura professionale degli operatori, puntando a: 1) perfezionare le conoscenze di base; 2) aumentare le capacità tecniche; 3) sviluppare le competenze relazionali e manageriali necessarie alla messa a punto di un proprio stile nell’accogliere e gestire ogni tipo di clientela. La mia attività la puoi trovare in: https://albertodicapua.com/; https://albertodicapua.com/catalogo-2017/ (Catalogo Corsi); http://www.viveresenigallia.it/rubriche/netatwork (Rubrica online) https://albertodicapua.com/progetti-di-rete/ (Progetti di Reti Turistiche))
Questa voce è stata pubblicata in Eresie, Qualità nel Commercio, Qualità nel Turismo e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...