Piccolo è bello ma fare Rete è meglio. Il caso REACTA

Il ‘Piccolo è il nuovo grande’ del celebre Seth Godin l’abbiamo inteso come un ‘piccolo’ che, date le sue dimensioni, trova un grande vantaggio nel mettersi insieme ad altri ‘piccoli’ per fare business di qualità. Di qui una riformulazione della frase in “Piccolo è bello ma fare rete è meglio”. Parliamo di nuove sfide in ambito turistico, che si traducono in aggregazioni di soggetti che operano in diversi settori (commerciale, artigianale, intrattenimento) e che “competono collaborando”, facendo leva su una massa critica di risorse complementari o aggiuntive necessarie per creare offerte di valore superiore a quelle che potrebbero erogare singoli operatori per la clientela.

rete forteIl modello organizzativo proposto è quello di rete a ‘doppio legame’ (Forte/debole), che non ha nulla a che vedere con l’omonimo modello del sociologo M. Granovetter. Esso, infatti, poggia le sue basi da un lato sui legami (forti) delle strutture ricettive con talune tipologie di operatori (tipicità eno-gastronomiche, prodotti dell’artigianato locale, servizi di intrattenimento e di animazione, servizi per lo sport e il benessere, servizi per l’esplorazione del territorio, servizi balneari, e così via), in un rapporto di valorizzazione reciproca e di aumento della qualità dell’offerta nei confronti dei turisti che soggiornano presso le proprie strutture. Dall’altro, sull’esistenza di altri numerosi soggetti, fuori della rete (legami deboli), che mostrano interesse nel tempo di aderire al network, arricchendo la ‘proposta di valore’.

La difficoltà maggiore nel creare un network a ‘legame forte’ è quella di generare un sentimento di fiducia reciproca tra i possibili partner. La fiducia è la risorsa invisibile a maggior valore, sebbene non si scambi sul mercato, in quanto è il presupposto per la collaborazione. Vi sono inoltre difficoltà legate al cambio di prospettiva culturale degli operatori, che devono passare da una prospettiva di gestione isolata ad una modalità condivisa con i partner.

Il vantagModello a stellagi, invece, del ‘competere collaborando’ risiedono nell’opportunità di formulare proposte più organiche ed efficaci al mercato (es. per numero di camere, per tipologia di pacchetto integrato, ecc.) e occasioni di risparmio di costi nella gestione dei processi aziendali dei diversi partner (es. approvvigionamenti, partecipazione a fiere, gestione di portali di prenotazione, comunicazione e web marketing, formazione e selezione, customer care, gestione trasporti e logistica, ecc

sERVIZI A RETE COMUNI

Il prodotto offerto è il pacchetto di rete. Ma a quale esigenze risponde? Al superato turista di tipo balneare o all’esigente turista di nicchia? Il pacchetto sposa la declinazione del modello delle quattro ‘L’: Leisure, che sintetizza il turismo del tempo libero in una prospettiva evoluta del divertimento; Landscape, che identifica il turismo di paesaggio, ovvero l’attenzione per la dimensione naturale e paesaggistica del territorio; Learning, che rappresenta il turismo dell’apprendimento e della scoperta delle tradizioni, della storia, dell’arte e della cultura del luogo in tutte le sue espressioni; Limit, che sintetizza la consapevolezza e l’accettazione del limite alla fruizione dei luoghi per garantirne e preservarne le risorse nel medio-lungo periodo.

IL CASO #REACTA di Senigallia (Rete di attività commerciali e turistiche per l’Accoglienza – www.reacta.it ) .

Dobbiamo smettere di fingere di essere individui che possono farcela da soli» M. Wheathley

E’ stato il ‘mantra’ sussurrato di continuo in SELF(IE)BRANDING, percorso formativo di Business Networking, organizzato a Senigallia alla fine del 2014 e finalizzato non solo a creare networks di attività anche molto eterogenee ma anche a tentare proposte originali ed integrate per fare business di qualità nel turismo.

La Rete #REACTA, è composta da 10 attività: tre alberghi, due attività artigianali, due commerciali, un produttore di macchine per la pasta, un Centro Estetico ed un’Agenzia Immobiliare.

Formata la Rete ci si è impegnati successivamente a costruire le prime proposte per il turismo non stagionale. Per i weekend di primavera, si è proposto, infatti, un tour cittadino, che parte dalla residenza alberghiera, si snoda per le vie del centro cittadino, visitando chiese e monumenti, e toccando diverse attività che naturalmente offrono qualcosa di ‘speciale’ (un gioiello, un complemento di abbigliamento, un gelato, una degustazione di prodotti tipici). E per finire si ha la possibilità di partecipare ad un concorso fotografico sulle bellezze della città con un utile premio finale. La proposta è declinata in tre formule (silver, gold e platinum).

 “Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo” H. Ford.

PrimaveraaSenigallia

 

 

Annunci

Informazioni su ALBERTO DI CAPUA

Formatore e Facilitatore di Sviluppo Locale. Perchè un luogo possa divenire una ricercata meta turistica è necessaria un'adeguata formazione degli operatori. La Mission, quindi, è quella di aumentare in chiave turistica la cultura professionale degli operatori, puntando a: 1) perfezionare le conoscenze di base; 2) aumentare le capacità tecniche; 3) sviluppare le competenze relazionali e manageriali necessarie alla messa a punto di un proprio stile nell’accogliere e gestire ogni tipo di clientela. La mia attività la puoi trovare in: https://albertodicapua.com/; https://albertodicapua.com/catalogo-2017/ (Catalogo Corsi); http://www.viveresenigallia.it/rubriche/netatwork (Rubrica online) https://albertodicapua.com/progetti-di-rete/ (Progetti di Reti Turistiche))
Questa voce è stata pubblicata in Qualità nel Turismo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...